27 marzo 2017

In allegato gli elenchi dei finalisti dell'VIII edizione del concorso Ricordando Nuto 

  • Progetti
    Il popolo che manca
    A partire dal 2006 la Fondazione Nuto Revelli onlus ha sostenuto ill progetto “Aristeo” ideato dai giovani registi Andrea Fenoglio e Diego Mometti. continua»
    Paraloup
    Grazie al sostegno di Regione Piemonte, Compagnia di Sanpaolo, Fondazione CRC e Fondazione CRT, la Fondazione Nuto Revelli onlus ha recuperato la Borgata Paralup, sita a 1360 m in Valle Stura, nel comune di Rittana (CN) e ha concluso i lavori nella primavera 2013. continua»
    Paraoul sito dedicato Paraoul Facebook Community
    Laboratorio didattico
    Grazie al contributo della Fondazione CRC, la Fondazione Nuto Revelli onlus ha messo a punto un progetto triennale di start-up per un laboratorio didattico in collaborazione con le scuole del territorio cuneese. continua»
  • Resistenza uomini e donne
    Resistenza uomini e donne

    E’ online il nuovo sito con brani audio di Nuto Revelli sulla Resistenza per il 70esimo anniversario della Liberazione. www.resistenzauominiedonne.org

    News e Appuntamenti
    1 agosto 2017

    La Fondazione rimarrà chiusa dal 1 al 31 agosto. 

    Per la consegna delle opere per il concorso Scrivere altrove con scadenza il 31 agosto si prega di scrivere una mail a scriverealtrove.cuneo@gmail.com o telefonare al numero 3476815714.

     

    1 luglio 2017

    All'interno della settimana di formazione della SCUOLA GIOVANI AGRICOLTORI DI MONTAGNA DI PARALOUP (26 giugno - 4 luglio) e nell'ambito del progetto Interreg-Alcotra MigrACTION,


    nelle giornate di sabato 1 e domenica 2 luglio

    vi invitiamo al convegno internazionale "FACCIAMO AGRI-CULTURA - Progetti di collaborazione e inclusione in ambito agricolo: la montagna cuneese a confronto con l'America Latina".

     

    "Quando una comunità si presenta disponibile allora passo di casa in casa, allora scavo, approfondisco i temi, allargo il discorso” (Nuto Revelli, Il mondo dei vinti)

     

    Sulla scia del pensiero e del metodo di Nuto Revelli, impegnato nell’incontrare, dialogare e collaborare con le comunità intervistate, l’intento di questa iniziativa è quello di coinvolgere le numerose realtà territoriali al fine di definire ed aprire una nuova via per lo sviluppo sostenibile della vita e del lavoro in montagna, ripercorrendo le orme della tradizione in un’ottica di innovazione ed a confronto con le buone pratiche dell’America Latina.

     

    A consolidare quest’asse di collegamento Cuneo-Sudamerica, sarà con noi Pablo Ernesto Piovano, autore del scioccante reportage fotografico-video "El costo umano de los agrotóxicos", già premiato nel 2015 al Festival della fotografia etica di Lodi: una pungente testimonianza della drammatica situazione ambientale e sociale dell'Argentina provocata dall'uso dell'erbicida glifosato e dalle coltivazioni della soia transgenica.

     

    Per ulteriori informazioni, ecco il testo della presentazione al Festival della fotografia etica di Lodi (2015). 
    Questo reportage porta alla luce gli effetti dell’uso delle colture geneticamente modificate e il conseguente impiego indiscriminato di diserbanti, il cui devastante impatto colpisce le fasce più vulnerabili della popolazione.      
    Nel 1996 il governo argentino approvò in soli tre mesi grazie ad una procedura amministrativa la coltivazione di soia transgenica e l’impiego dell’erbicida glifosato su coltivazioni geneticamente modificate resistenti al diserbante. Da allora l’Argentina è diventata terra di sperimentazione per le multinazionali dell’agribusiness, divenendo uno dei maggiori produttori di soia transgenica. L’Argentina ha approvato l’impiego di OGM senza condurre indagini interne e basandosi, come unica evidenza scientifica, sulle ricerche pubblicate dall’azienda Monsanto.          
    Studi medico-scientifici hanno fatto emergere il lato oscuro dell’uso incontrollato di pesticidi, rivelando un’emergenza sanitaria che ora colpisce 12 milioni di persone, un terzo della popolazione del paese.      
    Nel 2012 200 milioni di litri di agro-tossici sono stati sparsi su 21 milioni di ettari, che rappresentano il 60% della terra coltivabile. In alcuni villaggi in dieci anni i casi di cancro nei bambini sono triplicati e le malformazioni nei nuovi nati sono salite del 400%. Fino ad ora, nonostante il peso di questa scomoda verità, non esiste un’informazione sistematica ufficiale sul tema.
    Greenpeace ha dichiarato: “Negli ultimi 22 anni il consumo di agrochimici in Argentina è aumentato dell’858%, mentre sono sempre più le piante e gli insetti che sviluppano resistenza a questi prodotti. Il loro uso è aumentato significativamente a causa dello sviluppo delle coltivazioni transgeniche di soia, mais e cotone.”            
    Oggi gli ettari coltivati ad OGM in Argentina coprono una superficie di 28 milioni di ettari.   
    Il lavoro di Pablo Piovano ha lo scopo di rappresentare essere umani inermi di fronte a questa tragedia di incredibili proporzioni, bambini, così come adulti, che soffrono di rare malformazioni dalla nascita, malattie della pelle e problemi respiratori a causa dell’indiscriminato ed incontrollato uso di pesticidi.

    Piovano ha passato lunghe giornate per conto suo, viaggiando per più di 6000 km in un’auto di venti anni fa con un solo obiettivo: dare voce a quelle fasce disperate della popolazione che per troppo tempo sono rimaste inascoltate, per porre fine a tutto questo. Con una macchina fotografica in mano continua a difendere i loro diritti, raccontando questa storia attraverso le sue scioccanti e delicate immagini.                                                                                     
    (* da www.festivaldellafotografiaetica.it/pablo-ernesto-piovano-el-costo-humano-de-los-agrotoxicos/)

     

    PROGRAMMA del CONVEGNO 1-2 luglio 2017 - Paraloup (Rittana - CN)

    Sabato 1 luglio - ore 10.00-18.00 A seguito del benvenuto del Presidente della Fondazione Marco Revelli e dei saluti istituzionali, attraverso un confronto di voci verranno presentate alcune significative realtà impegnate sul territorio cuneese in buone pratiche di agricoltura solidale:

    - Germinale agricoltura comunitaria (intervento di Roberto Schellino): associazione di Demonte che utilizza in comodato d'uso dei terreni con l'intento di creare una rete di sviluppo sociale ed economico e di garantire un futuro ai migranti attualmente ospitati in Valle Stura.

    - A rappresentanza dell’Associazione Insieme diamoci una mano di Festiona che offre assistenza medica ed accoglienza ai migranti della valle, Corrado Camilla analizzerà la stretta connessione tra pratiche agricole sostenibili, salute, tutela del paesaggio e crescita economica e sociale della comunità.

    Coordinamento Donne di Montagna (con la Presidente Patrizia Palonta) impegnato dal 2007 in Valle Maira ed in progetti di cooperazione con l’America Latina a far conoscere le tematiche di genere per superare l’ineguaglianza geografica, sociale ed economica e per dar voce a tutte le donne che vivono in montagna ed ai margini.

    Dopo l’inaugurazione della III Carovana per i diritti dei migranti, per la dignità e la giustizia avvenuta a Paraloup il 6 maggio, il gruppo di Carovane Migranti con Gianfranco Crua ritornerà per raccontarci il viaggio che ha  attraversato l’Italia, dalla Val Susa fino a Taormina, confrontandosi con numerose associazioni italiane e trattando la tematica delle migrazioni provocate da gravi problematiche ambientali con l’intento di creare connessioni tra il bacino del Mediterraneo ed il Sudamerica.

                                  ore 12.00 Pranzo con prodotti della Valle Stura offerto dal Rifugio Paraloup

                                  ore 14.00 INAUGURAZIONE DI "Valadas Occitanas. Gents" di Giorgio Burzio       
    La mostra fotografica sarà visitabile gratuitamente per tutto il mese di luglio ed agosto.        
    Le immagini esposte in una delle baite della borgata di Paraloup riprendono il discorso aperto ormai mezzo secolo fa da Nuto Revelli con “Il mondo dei vinti”: ritratti di uomini e donne, ultimi testimoni della vita “grama” delle montagne cuneesi e francesi negli anni ’70 e ’80.

     

    Domenica 2 luglio - “SAI COSA MANGI? L’agri-cultura nel piatto”    
    I partecipanti della Scuola e tutti gli interessati attraverso una passeggiata in valle alla scoperta delle piante officinali (ore 9.00) ed il pranzo presso l’azienda agricola La Fragolina di Demonte potranno incontrare i produttori e scoprire i sapori della montagna.
    Per prenotazione ed info: Giulia 3381068347

     

    In allegato, la locandina dell'iniziativa con ulteriori informazioni.

     

    23 maggio 2017

    SCRIVERE ALTROVE 2017 - edizione IX

     

    Che cos’è?  

    E’ un concorso nazionale per opere, scritte e non scritte, sui temi delle migrazioni, della convivenza comunitaria e della cittadinanza promosso da Mai tardi – Associazione amici di Nuto e dalla Fondazione Nuto Revelli onlus con il sostegno richiesto alla Fondazione CRC e alla Fondazione CRT, il patrocinio del Comune di Cuneo, della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo, del settimanale La Guida e dell’Associazione Culturale Primalpe.
    Il concorso promuove l’espressione dei temi indicati attraverso la memoria e il ricordo, la testimonianza, il racconto, l’immaginazione e la creatività, l’impronta del vissuto personale o collettivo ed è suddiviso in tre sezioni: 

     

    1) NUOVA CITTADINANZA destinata a tutti i nuovi cittadini immigrati o figli di immigrati senza limiti di età né di provenienza geografica, sul tema "Per mare e per terra: un esodo con la speranza di una nuova vita"

     

    2) LIBERTA' DI PAROLE riservata agli immigrati detenuti, con tema libero.

     

    3) L’ALTRA ITALIA rivolta ai cittadini italiani, sul tema "Ricorda di essere stato straniero: quando erano (e sono) gli italiani a emigrare"

     

    L'ISCRIZIONE E' GRATUITA PER TUTTI
    SCADENZA 31 AGOSTO 2017 (nuova scadenza)
     

    Per maggiori informazioni, scarica e consulta il bando qui di seguito.info scriverealtrove.cuneo@gmail.com
    tel 0171692789 - 3476815714

    17 maggio 2017

    Tra gli eventi off organizzati in occasione del Salone internazionale del Libro,
    negli spazi del complesso di Corso Tazzoli 228/4 (Torino),
    con il coordinamento scientifico di Corrado Colombo e di Giorgio Vivalda,

     

     l'associazione Hangar 25 aps realizza
     

    MOUNTAINS
    Tutta la montagna, raccontata da mostre, incontri, libri, film, eventi

     

    Il percorso, aperto al pubblico dal 17 al 21 maggio, con installazioni in grado di resituire al visitatore stimoli e suggestioni sul rapporto tra cultura montana e produzione letteraria, vuole aprire una finestra di riflessione e confronto sulle condizioni ed opportunità di sviluppo economico dei territori montani nel campo della produzione artigianale ed industriale, della ricettività turistica e dei servizi.

     

    Nel ricco programma (in allegato) di presentazione ed incontri con scrittori, associazioni ed esperti di letteratura, arte, architettura e cinema, la nostra Fondazione ed il Rifugio Paraloup parteciperanno sabato 20 maggio al meeting "LA MONTAGNA, STORIE DI VITA E DI ARCHITETTURA" delle ore 15.00 per presentare le nostre attività culturali, il progetto di recupero della Borgata Paraloup e l'esperienza di gestione del rifugio.

     

    Per informazioni e prenotazioni di visita info@hangar25.net
    Contributo ingresso + welcome kit 3€

    15 maggio 2017

    Con grande emozione vi annunciamo che il progetto di recupero della borgata di Paraloup è nella shortlist per il premio internazionale di architettura THE PLAN!

     

    THE PLAN AWARD fondato e promosso da THE PLAN, nasce con l'obiettivo di promuovere la conoscenza e la qualità del lavoro di progettisti, accademici, critici e studenti nei settori dell'architettura, del design e dell'urbanistica. 

     

    A breve, una giuria internazionale procederà alla valutazione dei progetti completed e future per individuare i finalisti per ognuna delle 19 categorie in gara (sezione Culture, Education, Health, Hospitality, House, etc.)

     

    Il progetto di recupero della borgata di Paraloup, opera degli architetti Giovanni Barberis, Dario Castellino, Valeria Cottino e Daniele Regis, è nella shortlist completed della categoria Culture che comprende musei, biblioteche e centri culturali.

     

    Ogni azione di recupero di Paraloup è stata configurata nel segno dell'identità del luogo, della sostenibilità dell'intervento, della qualità ambientale e sociale, della conservazione e valorizzazione del patrimonio architettonico e paesistico, intesi come valori essenziali, attuali ed autentici. Attraverso i principi fondamentali della conservazione e del restauro (riconoscibilità, reversibilità e minimo intervento) è stata ristabilita l'unità potenziale dell'architettura e dell'ambiente. La filosofia del recupero lascia le tracce delle baite diroccate come definizione dell'esistente; le rovine suggeriscono le geometrie, i volumi ed il recupero del sito nella sua completezza. 
    L'utilizzo di isolanti di origine aerospaziale, la sperimentazione coibentante della lana di pecora dell'Ecomuseo della Pastorizia di Pietraporzio (Valle Stura) e l'applicazione del fotovoltaico insieme alla biomassa nell'ambito di un progetto che coinvolge la comunità locale danno misura della possibilità di ripensare al tema della sostenibilità ambientale anche nel recupero del patrimonio esistente.

     

    I 6 progetti al mondo con più preferenze online vinceranno THE COMMUNITY WISH LIST PRIZE.   
    LA VOTAZIONE ONLINE è APERTA e con il vostro aiuto possiamo vincere!

     

    Per votare basta accedere al seguente link http://www.theplan.it/project_shortlist/1180 completare la registrazione e cliccare BUONA FORTUNA.
    AWARDS-->CULTURE-->COMPLETED 

    Ogni utente registrato potrà indicare la preferenza per il progetto Paraloup una volta al giorno.
    Scadenza 12 giugno 2017.

     

    Grazie per il vostro voto e...dita incrociate!

     

    13 maggio 2017

    Ecco i volti di alcuni dei moltissimi partecipanti all'ottava edizione del concorso Ricordando Nuto, che hanno partecipato alla cerimonia di premiazione in sala San Giovanni a Cuneo. Grazie a tutti i coloro che hanno voluto riflettere sulle tematiche proposte dal concorso, creando elaborati validi e originali. Grazie agli insegnanti, preziose guide che ogni anno propongono con entusiasmo questi temi ai loro studenti. Ringraziamo inoltre il Comune di Cuneo pagina ufficiale, la Fondazione CRC e la Banca di Caraglio
    Grazie a tutti!
    All'anno prossimo!

    6 maggio 2017

    Con qualche giorno di anticipo rispetto alla partenza ufficiale,

     

    la III CAROVANA PER I DIRITTI DEI MIGRANTI, PER LA DIGNITA' E LA GIUSTIZIA
    sabato 6 maggio alle ore 15.00
    sale a Paraloup

     

    per inaugurare questo viaggio che dal 13 al 28 maggio percorrerà tutta l'Italia, dal Piemonte alla Sicilia, trattando della tematica delle migrazioni provocate da gravi problematiche ambientali e con l'intento di creara connessioni tra il bacino del Mediterraneo ed il Sudamerica. 

     

    In un'epoca di politiche globali che mirano alla difesa dei confini e con multinazionali senza scrupoli, il gruppo di CarovaneMigranti tenta di favorire lo scambio tra realtà di lotta e resistenza e di denunciare le violazioni dei diritti umani ed ambientali. E' in questa dimensione che si colloca la pratica del viaggio che, oltre a dar voce a storie che sarebbero inevitabilmente destinate all'oblio, permette di consolidare rapporti di collaborazione, solidarietà e condivisione.
    Con queste premesse, non poteva che nascere una bella amicizia con la nostra Fondazione nel comune obiettivo di diffusione degli ideali di giustizia, democrazia e libertà.
    La denucia che diventa resistenza può produrre straordinari movimenti di popoli e di cambiamento!

     

    Nella giornata di sabato, attraverso una testimonianza video conosceremo Maria Toma Toma, laureata sulle tematiche dell'agricoltura sostenibile nella prima Università Ixil del Guatemala.

    Inoltre, a denuncia della drammatica situazione ambientale e sociale dell'Argentina, causata dall'uso dell'erbicida glifosato e dalle coltivazioni di soia transgenica, verrà presentato il reportage di Pablo Ernesto Piovano "El caso umano de los agrotoxicos", proposto nel corso dell'edizione 2015 del Festival della fotografia etica di Lodi.

     

    A consolidamento di una collaborazione di lungo termine, all'incontro parteciperà anche il gruppo ACMOS con qualche anticipazione sul campo estivo che si terrà nel mese di luglio a Boves e che verterà sulla tematica del rapporto Uomo e Natura.

    27 aprile 2017

    SCRIVERE ALTROVE 2017

    Che cos’è?  

    E’ un concorso nazionale per opere, scritte e non scritte, sui temi delle migrazioni, della convivenza comunitaria e della cittadinanza promosso da Mai tardi – Associazione amici di Nuto e dalla Fondazione Nuto Revelli onlus con il sostegno richiesto alla Fondazione CRC e alla Fondazione CRT, il patrocinio del Comune di Cuneo, della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo, del settimanale La Guida e dell’Associazione Culturale Primalpe.Il concorso promuove l’espressione dei temi indicati attraverso la memoria e il ricordo, la testimonianza, il racconto, l’immaginazione e la creatività, l’impronta del vissuto personale o collettivo ed è suddiviso in tre sezioni: 

     

    1) NUOVA CITTADINANZA destinata a tutti i nuovi cittadini immigrati o figli di immigrati senza limiti di età né di provenienza geografica, sul tema:
    - Per mare e per terra: un esodo con la speranza di una nuova vita

     

    2) LIBERTA' DI PAROLE, riservata agli immigrati detenuti, con tema libero.

     

    3) L’ALTRA ITALIA rivolta ai cittadini italiani, sul tema:
     - Ricorda di essere stato straniero: quando erano (e sono) gli italiani a emigrare

     

    L'ISCRIZIONE E' GRATUITA PER TUTTI

     

    OGNI SEZIONE E' DOTATA DI PREMI

     

    Leggi il bando e scarica il modulo di iscrizione dal sito www.nutorevelli.org
    Scadenza 30 giugno 2017
    info scriverealtrove.cuneo@gmail.com
    tel 0171692789 - 3476815714

    25 aprile 2017

    Cari amici,

     

    anche quest'anno vogliamo festeggiare il 72° anniversario della Liberazione insieme a voi che condividete le nostre speranze di vedere rinnovati gli ideali che hanno ispirato le scelte partigiane.

     

    Il programma della giornata al Rifugio Paraloup prevede:

     

    ore 12.30 Pranzo della Liberazione al costo di 20€.
    In questa occasione la cucina ed il Rifugio saranno riservati alla Fondazione ed a Mai tardi.
    La prenotazione del pranzo è obbligatoria entro giovedì 20 aprile, scrivendo a info@nutorevelli.org o chiamando il numero 0171692789.

     

    ore 16.00 Concerto del gruppo CoroMoro, giovani richiedenti asilo politico delle Valli di Lanzo che cantano con grande energia e creatività canzoni popolari in dialetto piemontese.
    Il biglietto, al costo di 5€ da versare in loco, va prenotato, visti i posti limitati, con le stesse modalità del pranzo.

     

    Per tutti coloro che volessero ripercorrere i sentieri partigiani, da Monterosso Grana, Caraglio e Rittana sono previste delle passeggiate raccontate con arrivo a Chiot Rosa. Per informazioni 3294286890.

    Pranzo con polenta e dolce al costo di 10€ con prenotazione obbligatoria al 3463085025.

    A seguire, alle ore 15.00, commemorazione ufficiale e consegna della Costituzione della Repubblica ai diciotenni della Valle Stura.

     



  • Come sostenere la Fondazione Nuto Revelli
    5 x mille E' possibile sostenere la Fondazione tramite donazioni dirette interamente deducibili o devolvendo il 5 per mille.
    Scopri come»
    Iscriviti alla Newsletter della Fondazione
    Iscrivendoti alla newsletter verrai informato di tutte le iniziative e degli appuntamenti della Fondazione.
    Scopri come»
    Seguici su Twitter
    twitter
    Segnalazioni
    01/08/2017