17 aprile 2014

AVVISO

Si comunica che la Fondazione Nuto Revelli (corso carlo Brunet 1, Cuneo) rimarrà chiusa per le festività pasquali dal 17 al 27 aprile 2014.

 

  • Progetti
    Il popolo che manca
    A partire dal 2006 la Fondazione Nuto Revelli onlus ha sostenuto ill progetto “Aristeo” ideato dai giovani registi Andrea Fenoglio e Diego Mometti. continua»
    Paraloup
    Grazie al sostegno di Regione Piemonte, Compagnia di Sanpaolo, Fondazione CRC e Fondazione CRT, la Fondazione Nuto Revelli onlus ha recuperato la Borgata Paralup, sita a 1360 m in Valle Stura, nel comune di Rittana (CN) e ha concluso i lavori nella primavera 2013. continua»
    Paraoul sito dedicato Paraoul Facebook Community
    Laboratorio didattico
    Grazie al contributo della Fondazione CRC, la Fondazione Nuto Revelli onlus ha messo a punto un progetto triennale di start-up per un laboratorio didattico in collaborazione con le scuole del territorio cuneese. continua»
  • News e Appuntamenti
    17 aprile 2014

    AVVISO

    Si comunica che la Fondazione Nuto Revelli (corso carlo Brunet 1, Cuneo) rimarrà chiusa per le festività pasquali dal 17 al 27 aprile 2014.

     

    10 aprile 2014

    dal 10 aprile al 4 maggio 2014

    Palazzo Ducale, Loggia degli Abati


    Vi segnaliamo la mostra La Spoon river contadina, Omaggio a Nuto Revelli nel decennale della morte attraverso le foto di Bruno Murialdo e Paola Agosti. 
    Immagini che ritraggono i protagonisti dell’epopea revelliana, i contadini de Il Mondo dei vinti ma anche le donne de L’Anello forte, negli anni dell’industrializzazione accelerata e dello spopolamento di intere aree delle campagne del Nordovest e delle montagne alpine in cui si consumò un vero e proprio «genocidio culturale », come è stato definito, distruggendo in poco tempo mondi secolari, comunità, tradizioni e paesaggi. Ogni scatto racchiude una storia, vicende di sradicamento, di solitudine, uno straordinario universo di valori.

    orario d'apertura dal 10 al 13 aprile: ore 9/19

    31 marzo 2014

    Attraverso un'esperienza di scambio culturale tra Piemonte e Toscana, gli alunni di due scuole superiori scoprono l'arte avvicinandosi a luoghi storici che sono stati teatro di eventi importanti nella storia nazionale, in particolare della lotta di liberazione, di cui nel 2013-2015 ricorre il settantesimo anniversario.

    Paraloup e Sant'Anna di Stazzema. Due luoghi della memoria recuperati e valorizzati:

    Paraloup (CN) – La Fondazione Nuto Revelli ha recuperato la borgata Paraloup in Valle Stura (1360 m nel comune di Rittana, CN) che fu sede della prima banda partigiana di Giustizia e Libertà (quella di Dante Livio Bianco, Duccio Galimberti e altri, fra cui appunto Nuto Revelli) con un progetto architettonico innovativo, armonicamente inserito nel paesaggio, che è stato insignito di prestigiosi premi internazionali (premio Konstruktiv per la migliore architettura alpina e Premio Gubbio per il paesaggio 2012). Paraloup è il luogo di realizzazione di un progetto organico di ritorno alla montagna, che fa leva su una doppia memoria: quella della guerra partigiana e quella della vita contadina che si svolgeva qui prima dell’abbandono e dei suoi antichi saperi (le forme di cultura finalizzate alla sopravvivenza in un ambiente naturalmente avaro), utilizzandone gli spazi qualificati (nel luglio 2010 è stata aperta al pubblico la parte culturale-museale, composta da un’ampia sala per convegni e conferenze e da un esteso spazio espositivo, mentre il 20 luglio 2013 è stato inaugurato il lotto turistico-ricettivo composto da ristorante e rifugio), e mettendo a disposizione una parte significativa del materiale archivistico testimonianza della vita e del lavoro culturale di Nuto Revelli attualmente conservato presso la sede cuneese della Fondazione e in via di ordinamento. Ogni anno a Paraloup si allestiscono numerose mostre d'arte (fotografica, come nel 2010 con la mostra di Clemens Kalischer, scultorea, come nel 2011 con la mostra di Marco Cordero, figurativa) anche in collaborazione con il PAV (Parco d'Arte Vivente di Torino, con la direzione artistica di Piero Gilardi, che ha donato una sua opera a Paraloup) e l'Associazione Artur di Cuneo.

    Sant'Anna di Stazzema (LU) - Il Parco Nazionale della Pace Sant’Anna di Stazzema, luogo simbolo della Toscana, si presenta con una veste rinnovata e arricchita all’appuntamento con il prossimo 70esimo anniversario della Liberazione e della strage del 12 agosto 1944, che costò la vita a oltre 500 civili. La realizzazione del progetto Sentieri di pace crea un vero e proprio ecomuseo costruito su una rete di percorsi nell’Alta Versilia legati al Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema, e arricchisce di nuove installazioni multimediali il Museo Storico della Resistenza.Il progetto, completato e completamente fruibile, è stato presentato lunedì 21 ottobre 2013 in conferenza stampa presso la Regione Toscana.

    Ecco il programma dello scambio:

    Liceo Statale “A. Vallisneri” e Istituto Istruzione Superiore “N. Machiavelli” di Lucca – Istituto Istruzione Superiore “G. Vallauri” di Fossano (CN) CLASSI: IV LC (liceo linguistico) e III D (liceo scienze umane) di Lucca; IV A (elettrotecnica) e IV A (economico) di Fossano

    24 – 28 febbraio 2014: Viaggio da Fossano a Lucca;

    31 marzo – 4 aprile: Viaggio da Lucca a Fossano

     

     

    Le due figure attorno alle quali si svolge il gemellaggio sono Arturo Paoli e Nuto Revelli, entrambipartigiani, scrittori, esponenti di spicco della Resistenza, impegnati nella difesa dei perseguitati dal nazifascismo.

    L’idea nasce dalla convinzione che sia importante avvicinare i giovani a dei “testimoni” che, con l’esempio della loro vita e dei loro valori, possano diventare un punto di riferimento e di riflessione nel loro percorso formativo, specialmente negli anni cruciali dell’adolescenza.

    Arturo Paoli, centenario, è “giusto tra le nazioni” (Brasilia 1999), medaglia d’oro al valore civile per meriti durante la resistenza (Presidenza della Repubblica italiana, 2006). Ha vissuto a Lucca, giovane sacerdote, gli anni della guerra e della resistenza, ed è stato il primo referente della rete di protezione Delasem che ha salvato la vita a centinaia di ebrei.

    NutoRevelli, protagonista della Campagna di Russia e della guerra partigiana, fondamentale ricercatore della vita contadina della campagna povera e della montagna cuneese, ha speso la vita per combattere contro le amnesie storiche e la retorica intellettuale, attraverso i suoi libri e la sua testimonianza, gettando ponti fondamentali tra le generazioni.

    PROGRAMMA SOGGIORNO A LUCCA DELLE CLASSI DI FOSSANO

    24 – 28 febbraio 2014

    Primo giorno

    Mattino:

    Viaggio Fossano – Lucca  

    Arrivo - Incontro con la classe lucchese gemellata nell’Auditorium FBML:

    Accoglienza e saluto di Arturo Paoli, del Presidente della Fondazione, dei Dirigenti scolastici, dell’Amministrazione di Lucca. Pranzo

    Pomeriggio:

    Presentazione del programma delle giornate (Auditorium)

    Visita della città di Lucca (con guida)

    Sera: Sistemazione nelle famiglie gemellate ospitanti e cena

    Secondo giorno

    Mattino:               ARTURO PAOLI E GLI OBLATIDURANTE LA GUERRA E LA RESISTENZA

    Arturo Paoli durante la guerra: fatti, persone, luoghi– Confronto tra alcuni testi di Arturo Paoli e di NutoRevelli (a cura di Silvia Pettiti). Visita all’Archivio Storico Diocesano (incontro con il direttore don Marcello Brunini e visita con Lorenzo Maffei). Pranzo.

    Pomeriggio:

    LA GUERRA E LA RESISTENZA A LUCCA

    La seconda guerra mondiale a Lucca e provincia (a cura di Gianluca Fulvetti, direttore Istituto Storico per la Resistenza della Provincia di Lucca)

    Visita ai luoghi della città di Lucca in cui ha vissuto e operato A. P.: cippo memoriale di don Aldo Mei, ex-seminario, Pia casa, Arcivescovato

    Visita all’Istituto Storico per la Resistenza e al Museo del Risorgimento (Palazzo Ducale)

    Sera: cena in famiglia - libera

    Terzo giorno

    Mattino:              

    LA STRAGE DI SANT’ANNA DI STAZZEMA

    Saluto del Sindaco di Sant’Anna di Stazzema

    Percorso a piedi verso il Museo e il Parco della memoria

    Rappresentazione teatrale con Elisabetta Salvatori “Scalpiccii sotto i platani”

    Pranzo al sacco

    Pomeriggio:

    Incontro con Enrico Pieri (sopravvissuto alla strage, Presidente dell’associazione martiri) e con Stefano Bucciarelli

    (storico, Presidente dell’Istituto storico per la Resistenza della Provincia di Lucca). Momento di dialogo e confronto

    Sera: Cena nelle famiglie

    Quarto giorno

    LA LINEA GOTICA – GUERRA E RESISTENZA IN GARFAGNANA

    Borgo a Mozzano: visita guidata ai reperti della Linea gotica

    Castelnuovo Garfagnana (bacino di reclutamento degli alpini della divisione Julia inviati in Russia): visita e incontro con testimoni. Tempo libero

    Sera: Cena conclusiva (alla Pecora nera, ristorante pizzeria gestito da cooperativa con ragazzi disabili)

                   

    Quinto giorno

    Mattino:               - Ritrovo a Lucca: incontro di saluto con Arturo Paoli Pisa: visita guidata alla piazza dei Miracoli (Duomo, battistero, cimitero monumentale) visita libera nella città

    Pomeriggio: Saluti eRientro dei ragazzi ospiti per Fossano

    PROGRAMMA SOGGIORNO A FOSSANO DELLA COMITIVA LUCCHESE

     31 marzo-4 aprile 2014

    PRIMO GIORNO

    MATTINO

    Ore 11 : arrivo della comitiva lucchese a Fossano in Piazza Bava (inizio via Roma), accoglienza

     presso la Sala del Consiglio Comunale. Saluto del Preside e del Sindaco.

    Ore 13: pranzo a buffet offerto dalla scuola presso sede Settore Economico, Via S.G.Bosco.

    POMERIGGIO.

    Ore 14.30: Visita guidata della città di Fossano (curata dagli studenti dell’Indirizzo Turismo).

    Ore 18: rientro presso le famiglie ospitanti, cena e serata libera.

    SECONDO GIORNO

    MATTINO

    Ore 8: ritrovo davanti al Vallauri e partenza per Cuneo.

    Ore 9:  Visita alla Fondazione Nuto Revelli e incontro con Marco Revelli . La comitiva sarà divisa in 4 gruppi che a distanza di 20 minuti  l’uno dall’altro visiteranno la casa di Nuto Revelli

    Ore 11: Incontro con Marco Revelli presso Istituto Storico

    Ore 12 pranzo al sacco fornito dalle famiglie

    POMERIGGIO.

    Ore 13.30 partenza per Boves

    Ore 14 Incontro con l’ Assessore alla Cultura di Boves  e la Prof.ssa Cristina Bersani  presso la Scuola di Pace.

    Ore 16: partenza per Borgo San Dalmazzo , visita al Memoriale  e incontro con l’Assessore alla Cultura .

     Ricordo della  figura di don Viale “Giusto d’Israele”, raccontato nel libro di Nuto Revelli “ Il prete giusto”.

    Ore 18: rientro a Fossano, cena e serata  con la famiglia ospitante.

    TERZO GIORNO:

    MATTINO

    Ore 8.30: ritrovo davanti al Vallauri e partenza per Paraloup.

    Ore 9.30: arrivo in valle, incontro con V.Cesana, sindaco di Rittana.

    Ore 10.30: passeggiata per raggiungere il borgo montano di Paraloup, in cui si stabilì la prima sede della banda “Italia Libera” di Duccio Galimberti , Livio Bianco e Nuto Revelli.

    Ore 12.30: pranzo a sacco, offerto dalle famiglie ospitanti presso le strutture di accoglienza del paese di Paraloup.

    POMERIGGIO

    Ore 14: Incontro con Lucio Monaco, figlio di Nino, partigiano della banda di Nuto.

    Ore 15.30: discesa a Rittana

    Ore 17:  rientro in pullman a Fossano e nelle famiglie. Serata libera

     QUARTO GIORNO

    MATTINO

    Ore 8.30: ritrovo presso l’Istituto Vallauri in Aula Magna

    Ore 9.00:Incontro con Michele Calandri, Direttore dell’Istituto della Resistenza di Cuneo:” L’esperienza di

     guerra e della Resistenza di Nuto Revelli”.

    Ore 10.30: spettacolo teatrale  “Viaggio ad Auschwitz”.

    Ore  12.30: pranzo a sacco  presso i locali della mensa della scuola.

    POMERIGGIO.

    Ore 14-30 – 18: tempo libero da trascorrere in amicizia.

    Ore 18: cena e serata presso famiglia.

    QUINTO GIORNO

     MATTINO Ore 8: ritrovo davanti al Vallauri e partenza per Torino.

    Ore 9.30 : Visita al centro storico: Piazza Castello, Piazza Carignano, Piazza Vittorio Veneto e relativi monumenti di valore storico ed artistico.

    Ore 10.30: Visita al Museo del Cinema

    Ore 12.30 pranzo al sacco fornito dalle famiglie ospitanti.

    Ore 15.30: Commiato e partenza per Lucca.

    28 marzo 2014

    Venerdì 28 marzo 2014

    L’Europa davanti alla sfida di un nuovo modello di sviluppo. Si può pensare a un New Deal europeo? 

    Tecnologie a basso impatto ambientale, risparmio energetico, green economy possono dare insieme risposta alla cura dell’ambiente e alla creazione di posti di lavoro?

     

     Tra chi non si accontenta di vivere alla giornata, è diffusa la convinzione che l’attuale modello di sviluppo, basato su un uso prodigo e imprevidente dell’energia dei combustibili fossili, non sia sostenibile e non possa  quindi avere un futuro. Da un lato rapiniamo le risorse non riproducibili della natura, dall’altra la riempiamo di rifiuti inquinanti: abbiamo spezzato il cerchio dei processi naturali e non sappiamo o vogliamo ricostituirli. Proprio per le sue ridotte risorse naturali e per l’abbondanza di quelle intellettuali e tecnologiche, l’Europa si pone come il luogo ideale per sperimentare modelli alternativi di produzione e di consumo, basati sul risparmio energetico, sulle fonti energetiche rinnovabili, sulla riduzione e il recupero dei rifiuti, quindi per iniziare la necessaria transizione ad una società  sostenibile.

    Relatore: Guido Viale

    25 marzo 2014

    SCUOLA PRIMARIA:

    PRIMO POSTO EX AEQUO

    Istituto Comprensivo "De Amicis" - Classe V - Luserna San Giovanni

    Scuola Primaria "Fratelli Castellino" - Spinetta

     

    SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO:

    1) Scuola Media Unificata - Cuneo, Sezione San Rocco - Classe III H

    2) Scuola Media "Grandis" - Borgo San Dalmazzo - Classe III A

    LA GIURIA HA DECISO DI SEGNALARE E ATTRIBUIRE UN RICONOSCIMENTO ALLE SEGUENTI SCUOLE:

    Scuola Media Unificata - Cuneo, via Bersezio - Classi III M - III N

    Istituto Comprensivo "Beppe Fenoglio" - Bagnolo - Classi II A - III A - III C

    Scuola media "Don Milani" - Paesana - III A

     

    SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO:

    OPERE SCRITTE

    1) Francesconi Sofia - I A - Liceo Classico Arimondi - Savigliano

    2) Massimino Gioele - V A - Liceo Classico Govone - Alba

    3) Ramunno Eleonora - V A - Liceo Classico Govone - Alba

    MENZIONI:

    Gribaudo Lucia - III N - Liceo "De Amicis" - Cuneo

    Zontone Sara - III C - Liceo Linguistico "Mazzarello" - Torino

     

    OPERE GRAFICHE

    1) Ricciardetto Noemi - IV D - Liceo Artistico "Ego Bianchi" - Cuneo

    2) Bainotti Cecilia - IV D - Liceo Artistico "Ego Bianchi" - Cuneo

    3) Cavallera Marta - III D - Liceo Artistico "Ego Bianchi" - Cuneo

    MENZIONI:

    Otta Giulia - IV D - Liceo Artistico "Ego Bianchi" - Cuneo

    Galfrè Giorgia - II B - Liceo Artistico "Ego Bianchi" - Cuneo

    Vivaldo Nicole e Giraudo Francesca - V A - Liceo Artistico "Pinot Gallizio" - Alba

     

    LA GIURIA HA DECISO DI SEGNALARE E ATTRIBUIRE UN RICONOSCIMENTO ALLE SEGUENTI SCUOLE:

    Liceo "E De Amicis" - Cuneo

    Liceo Artistico "Ego Bianchi" - Cuneo

    Liceo Classico Arimondi - Savigliano

    21 marzo 2014

    L’Europa davanti alla sfida di un nuovo modello di sviluppo. Si può pensare a un New Deal europeo? 

    Tecnologie a basso impatto ambientale, risparmio energetico, green economy possono dare insieme risposta alla cura dell’ambiente e alla creazione di posti di lavoro?

     

     Tra chi non si accontenta di vivere alla giornata, è diffusa la convinzione che l’attuale modello di sviluppo, basato su un uso prodigo e imprevidente dell’energia dei combustibili fossili, non sia sostenibile e non possa  quindi avere un futuro. Da un lato rapiniamo le risorse non riproducibili della natura, dall’altra la riempiamo di rifiuti inquinanti: abbiamo spezzato il cerchio dei processi naturali e non sappiamo o vogliamo ricostituirli. Proprio per le sue ridotte risorse naturali e per l’abbondanza di quelle intellettuali e tecnologiche, l’Europa si pone come il luogo ideale per sperimentare modelli alternativi di produzione e di consumo, basati sul risparmio energetico, sulle fonti energetiche rinnovabili, sulla riduzione e il recupero dei rifiuti, quindi per iniziare la necessaria transizione ad una società  sostenibile.

    20 marzo 2014

    Malinconico, mordace, ironico e commuovente: Il Crepuscolo degli idoli è il resoconto autobiografico di uno scienziato appassionato di poesia e filosofia che racconta la vecchiaia con l’accuratezza dello studioso e la partecipazione emotiva di un uomo profondamente autoconsapevole e che non ha smesso di interrogarsi.

    Una narrazione dalla straordinaria delicatezza nella quale le soddisfazioni e le angosce del presente si alternano ai ricordi di gioventù, e gli aneddoti della Resistenza si intrecciano alla nostalgia lieve per il profumo delle viole. 

    18 marzo 2014

    Ecco in allegato i finalisti delle varie categorie del concorso Ricordando Nuto (5^ edizione) "Il Disperso... i dispersi". I nominativi e le scuole risultanti degli allegati sono stati selezionati dalla pregiuria. Attualmente la giuria finale sta valutando tra questi i vincitori.

    Entro fine marzo-inizio aprile verranno pubblicati i nomi dei vincitori sul sito.

    Vi ringraziamo ancora per la partecipazione!

     

    15 marzo 2014

    “ facciamo il nostro dovere e andiamo a casa “  … con queste parole si è chiuso il mio brevissimo ma intenso, profondo rapporto personale con Nuto Revelli nei primi giorni del novembre 1975.

    In questi giorni vicini al decennale della sua scomparsa – avvenuta nella notte del 5 febbraio 2004 – ho il piacere di condividere con Voi, se vorrete, questa mia esperienza che ha lasciato una traccia profonda in me.

    Sarò aiutato in questo dagli amici Thomas & Stefano del Collettivo “ La Vijà “ … che debutterà presso la Libreria Byblos – c.so Monte Cucco 15/c Torino – Sabato 15 marzo 2014 con inizio alle ore 17 e naturalmente a ingresso libero.

    Parliamo di … NUTO REVELLI uno dei più grandi scrittori e uomini del panorama italiano.

    Non sarà sicuramente “ una lezione ” tutt’altro! E’ nostra intenzione parlare – tranquillamente e semplicemente – dei suoi libri, pensieri, della sua forte presenza intellettuale, di quanto abbia aiutato a formare le coscienze dei suoi lettori e dei nostri/Vostri ricordi, emozioni, esperienze dove le sue parole – fermate sulla carta e/o ascoltate in diverse interviste – ci trasportano … in libertà e in qualsiasi direzione!

    Le parole/letture saranno aiutate da momenti musicali anch’essi in semplicità e libertà.

    Vi invitiamo e sollecitiamo pertanto a partecipare non solo come ascoltatori ma interlocutori con noi regalandoci i Vostri pensieri. Con noi – alla Libreria Byblos – troverete ad attenderVi anche un buon bicchiere di vino e biscotti  … e se volete portare con Voi strumenti musicali, bottiglie di vino, torte e/o biscotti fate pure, saranno i benvenuti come del resto lo erano nelle vijà – le veglie nelle stalle – ancora abituali nelle campagne piemontesi per tutti gli anni cinquanta.

     il Collettivo “ La Vijà “ – parte dei progetti de La valigia blu – per l’occasione è formato da:

    Riccardo Garis voce narrante e … forse clavietta!

    Thomas Guiducci & Stefano Chiappo strumenti musicali e voce.

    Si ringrazia la Libreria Byblos per la preziosa collaborazione e fiducia nel nuovo progetto.

     

    27 febbraio 2014

    Quattro attori e Marco Revelli riflettono e raccontano la "Spoon River" di Nuto in occasione della recente uscita del libro "Il popolo che manca" a cura di Antonella Tarpino. Una serata d'eccezione per richiamare in vita quei "vinti" in rapporto al mondo d'oggi. 
    Con Beppe Rosso, Eugenio Allegri, Gisella Bein, Mario Pirrello.
    Ingresso gratuito. Torino, Via S. Pietro in Vincoli 28.
    Nell'ambito di "Santa cultura in vincoli 2.0"



  • Come sostenere la Fondazione Nuto Revelli
    E' possibile sostenere la Fondazione tramite donazioni dirette interamente deducibili o devolvendo il 5 per mille.
    Scopri come»
    Iscriviti alla Newsletter della Fondazione
    Iscrivendoti alla newsletter verrai informato di tutte le iniziative e degli appuntamenti della Fondazione.
    Scopri come»
    Seguici su Twitter
    twitter
    Segnalazioni
    10/03/2014