25 aprile 2017

Cari amici,

 

anche quest'anno vogliamo festeggiare il 72° anniversario della Liberazione insieme a voi che condividete le nostre speranze di vedere rinnovati gli ideali che hanno ispirato le scelte partigiane.

 

Il programma della giornata al Rifugio Paraloup prevede:

 

ore 12.30 Pranzo della Liberazione al costo di 20€.
In questa occasione la cucina ed il Rifugio saranno riservati alla Fondazione ed a Mai tardi.
La prenotazione del pranzo è obbligatoria entro giovedì 20 aprile, scrivendo a info@nutorevelli.org o chiamando il numero 0171692789.

 

ore 16.00 Concerto del gruppo CoroMoro, giovani richiedenti asilo politico delle Valli di Lanzo che cantano con grande energia e creatività canzoni popolari in dialetto piemontese.
Il biglietto, al costo di 5€ da versare in loco, va prenotato, visti i posti limitati, con le stesse modalità del pranzo.

 

Per tutti coloro che volessero ripercorrere i sentieri partigiani, da Monterosso Grana, Caraglio e Rittana sono previste delle passeggiate raccontate con arrivo a Chiot Rosa. Per informazioni 3294286890.

Pranzo con polenta e dolce al costo di 10€ con prenotazione obbligatoria al 3463085025.

A seguire, alle ore 15.00, commemorazione ufficiale e consegna della Costituzione della Repubblica ai diciotenni della Valle Stura.

 

  • Progetti
    Il popolo che manca
    A partire dal 2006 la Fondazione Nuto Revelli onlus ha sostenuto ill progetto “Aristeo” ideato dai giovani registi Andrea Fenoglio e Diego Mometti. continua»
    Paraloup
    Grazie al sostegno di Regione Piemonte, Compagnia di Sanpaolo, Fondazione CRC e Fondazione CRT, la Fondazione Nuto Revelli onlus ha recuperato la Borgata Paralup, sita a 1360 m in Valle Stura, nel comune di Rittana (CN) e ha concluso i lavori nella primavera 2013. continua»
    Paraoul sito dedicato Paraoul Facebook Community
    Laboratorio didattico
    Grazie al contributo della Fondazione CRC, la Fondazione Nuto Revelli onlus ha messo a punto un progetto triennale di start-up per un laboratorio didattico in collaborazione con le scuole del territorio cuneese. continua»
  • Resistenza uomini e donne
    Resistenza uomini e donne

    E’ online il nuovo sito con brani audio di Nuto Revelli sulla Resistenza per il 70esimo anniversario della Liberazione. www.resistenzauominiedonne.org

    News e Appuntamenti
    25 aprile 2017

    Cari amici,

     

    anche quest'anno vogliamo festeggiare il 72° anniversario della Liberazione insieme a voi che condividete le nostre speranze di vedere rinnovati gli ideali che hanno ispirato le scelte partigiane.

     

    Il programma della giornata al Rifugio Paraloup prevede:

     

    ore 12.30 Pranzo della Liberazione al costo di 20€.
    In questa occasione la cucina ed il Rifugio saranno riservati alla Fondazione ed a Mai tardi.
    La prenotazione del pranzo è obbligatoria entro giovedì 20 aprile, scrivendo a info@nutorevelli.org o chiamando il numero 0171692789.

     

    ore 16.00 Concerto del gruppo CoroMoro, giovani richiedenti asilo politico delle Valli di Lanzo che cantano con grande energia e creatività canzoni popolari in dialetto piemontese.
    Il biglietto, al costo di 5€ da versare in loco, va prenotato, visti i posti limitati, con le stesse modalità del pranzo.

     

    Per tutti coloro che volessero ripercorrere i sentieri partigiani, da Monterosso Grana, Caraglio e Rittana sono previste delle passeggiate raccontate con arrivo a Chiot Rosa. Per informazioni 3294286890.

    Pranzo con polenta e dolce al costo di 10€ con prenotazione obbligatoria al 3463085025.

    A seguire, alle ore 15.00, commemorazione ufficiale e consegna della Costituzione della Repubblica ai diciotenni della Valle Stura.

     

    10 aprile 2017

    Scuole elementari 

    classe VB Scuola Primaria " Lidia Rolfi" I.C. Viale Angeli - Cuneo "  -

     

    Segnalata:  VB Scuola Primaria I.C." A.M. Riberi"- Caraglio –

     

    Premio speciale fuori concorso classi 2A 2B Borgo Aragno I.C. Mondovì 2- Mondovì 

     

    Scuola medie

    Pari merito : classe III A e classe III B- Scuola media . I.C. Sommariva Perno

    Segnalata : classe II T I.C. Borgo San Giuseppe - Cuneo

     

    Scuole superiori  

    - Scritti ( in ordine alfabetico)

    Elisa Gallo - 1^ classico - Liceo Arimondi - Savigliano -

    Sofia Guaougaoui - 1^ classico, Liceo Arimondi – Savigliano

    Ilenia Rosso - 3^ Acconciatura - CNOS/FAP - Fossano -

     

    Segnalati:

    Chiara Isaia - III Acconciatura - CNOS/FAP - Fossano

    Beatrice Serafini - VA Turistico - Vallauri – Fossano

    Anna Morosi – 1^classico –Liceo Arimondi - Savigliano

     

    - Pittura e Scultura ( in ordine alfabetico)

     

     Eleonora Bonetto – IV D  Liceo Artistico “ Ego Bianchi” 

     Sara Baudino – IV F Liceo Artistico “ Ego Bianchi” – Cuneo

     Elena Chantal Squillari- III A Liceo Artistico “ Pinot   Gallizio”Alba  

     

    Segnalati:

    Francesca Giordano IV F Liceo Artistico Ego Bianchi - Cuneo

    Alessia Dovero IV D - Liceo Artistico Ego Bianchi - Cuneo

    Sara Chiesa - V A Liceo Artistico “ Pinot   Gallizio”Alba

    Sebastiano Einaudi -IV AFP Dronero

     

    - Fumetto

    Sara Chiesa - V A Liceo Artistico “ Pinot   Gallizio”Alba 

     

    - Video ( Booktrailer)

    Gruppo Yuri Fossato – Andrea Mana –Elia Perotto – Sara Rainero, con Edoardo Bonacossa –  IIS Cravetta Marconi – Savigliano

    Gruppo Carlo Degiovanni,  Luca Monge, Lorenzo Giraudo, Davide Roccia  -  IV  AFP Dronero .

     

    Segnalato

    Gruppo Niccolò Magri, Simone Tiozzo  - IIS Cravetta - Savigliano

     

    In allegato, il pdf scaricabile con i nomi dei vincitori.

    8 aprile 2017

    In collaborazione con l'Istituto storico della Resistenza "Dante Livio Bianco" ed il Comune di Cuneo, vi invitiamo a questo incontro con Giovanni Tesio per ripercorrere la vita di Primo Levi in un dialogo intenso sul filo della memoria, tra la famiglia, l'infanzia, gli anni di formazione durante il fascismo, gli amici dell'adolescenza, le letture, la timidezza e la passione per la montagna.

     

    Intervengono Mario Cordero e Gigi Garelli

    Modera Alessandro Spedale

     

    Quasi trent'anni dopo la morte di Primo Levi, la pubblicazione Io che vi parlo, firmata da Giovanni Tesio, raccoglie tre conversazione in cui l'uomo, il testimone, il chimico e lo scrittore si raccontano e si saldano insieme mirabilmente, componento una preziosa autobiografia.

     

    "Sicuramente ferito nello spirito e nelle carne", Levi si affida al rito della domanda e della risposta. Talora chiede di spegnere il registratore quando si toccano argomenti troppo privati e talora è lo stesso intervistatore a farlo. Un patto sottoscritto tacitamente dai due interlocutori amici; di fronte a fatti e ricordi che devono restare indicibili, non tutto si può e si deve dire, c'è un silenzio su cui solo la scrittura può interrogarsi.

     

    Attraverso questa "biografia autorizzata", Giovanni Tesio ricostruissce la famiglia di Levi, gli anni dell'infanzia e quelli della formazione durante il regime, gli amici dell'adolescenza, le letture predilette, la passione per la montagna. Ed ancora, la guerra, e dopo una lunga cesura (della cattura e del Lager), il ritorno a casa ed un mestiere quello di chimico "che è poi un caso particolare, una versione più strenua del mestiere di vivere".

     

    Giovanni Tesio confessa di essere stato colpito dalla "indubbia capacità di comunicare con esattezza ed asciuttezza di parola" di Levi. Con quella stessa grana di voce parlante, antiretorica, ma non inerte, domestica ma quasi festiva, "monotonale ma capace di un suo scatto espressivo", egli racconta, ed a volte un po' si ritrae, di certe profonde e laceranti emozioni dell'età più giovane, del rapporto di "timidezza patologica" verso il mondo femminile, insegue il ricordo di una "diversità" riconosciuta in sè, nel suo essere ebreo, assai prima dell'esperienza nel Lager. Ed ancora accenna all'amore tutto platonico con la compagna partigiana, poi finita nei forni crematori. Affiora spesso un'emozione più forte di altre, quasi inestirpabile, un senso di colpa profondissimo, ineliminabile: la colpa di essere vivo, il tormento che gli farà scrivere I sommersi e i salvati, l'estrema impietosa interrogazione sulla memoria, sulla necessità di testimonianza opposta alla rassegnazione, all'inerte accettazione del Male.

     

    Tre incontri pomeridiani il 12 ed il 26 gennaio e l'8 febbraio 1987. Le conversazioni si interrompono; Io che vi parlo termina senza nessuna conclusione, proprio prima di approdare presumibilmente ad Auschwitz. Una pausa prolungata e l'11 aprile Levi precipita dalle scale del palazzo dove abita. Poche settimane prima aveva parlato con Tesio di un suo nonno, quello paterno. "Non l'ho mai conosciuto. E' morto suicida in condizioni che non so, non so se sia per ragioni di dissesto finanziario. Porto il suo nome, mi chiamo Michele come lui".

    27 marzo 2017

    In allegato gli elenchi dei finalisti dell'VIII edizione del concorso Ricordando Nuto 

    24 marzo 2017

    La commissione valutatrice, composta da: Giancarlo Arneodo, Andrea Cavallero, Marco Revelli, Ivo Zoccarato, dopo aver svolto i colloqui motivazionali, ha selezionato i cinque partecipanti alla prima edizione della Scuola dei Giovani Agricoltori di Montagna, organizzata da Fondazione Nuto Revelli e Disafa nell'ambito del Progetto Interreg Alcotra "MigrAction". Ai vincitori è stata data comunicazione scritta. La Scuola, gratuita per i partecipanti, si svolgerà a Paraloup nella seconda metà di maggio e sarà seguita da un periodo di stage formativo in un'azienda agricola italiana o francese.

    18 marzo 2017

    Nell'ambito del progetto UTOPIA CONCRETA II, ecco un altro interessante appuntamento di cinereading filosofico organizzato con i nostri amici del CeSPeC.

    Sabato 18 marzo alle ore 16.00 
    siamo lieti di ospitare presso la sede della nostra Fondazione
    una sessione di Phylosophy for community
    a partire dalla proiezione del film "Cosmopolis"
    e reading di brani tratti dall'omonimo libro di De Lillo. 

     

    L'attività del cinereading filosogico permette di mettere a confronto i significati veicolati dalla parola scritta con quelli riprodotti, rivisitati o diversi delle immagini sullo schermo.

     

    Il progetto ha lo scopo di proporre una riflessione su ruolo produttivo svolto dall'interazione traa filosofia, pedagogia, cinema e letteratura per promuovere la convivenza democratica tra diversità. Gli obiettivi sono quelli di sottolineare la rilevanza dell'eduzione per la tenuta della democrazia, rafforzare la riflessione inter e intra-generazionale, evidenziare la centralità della lettura, della drammatizzazione e della scrittura per la formazione di cittadini democratici e di una comunità inclusiva.

     

    Per maggiori informazione e partecipazione: https://www.facebook.com/events/1837720456486955/

     

    11 marzo 2017

    Cari amici,

    vi invitiamo sabato 11 marzo alle 17 alla presentazione del libro "100 (e una) lettere dal fronte un secolo dopo.
    Fotografie e lettere dei fratelli Garrone, medaglie d’oro al valor militare della Grande Guerra".

    Interverranno Paolo Borgna, magistrato e storico, autore di volumi su Alessandro Galante Garrone e Giorgio Agosti e il curatore Roberto Orlando.

    Introdurrà Michele Calandri.

     

    21 febbraio 2017

    SCRIVERE ALTROVE 2017

    Che cos’è?  

    E’ un concorso nazionale per opere, scritte e non scritte, sui temi delle migrazioni, della convivenza comunitaria e della cittadinanza promosso da Mai tardi – Associazione amici di Nuto e dalla Fondazione Nuto Revelli onlus con il sostegno richiesto alla Fondazione CRC e alla Fondazione CRT, il patrocinio del Comune di Cuneo, della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo, del settimanale La Guida e dell’Associazione Culturale Primalpe.Il concorso promuove l’espressione dei temi indicati attraverso la memoria e il ricordo, la testimonianza, il racconto, l’immaginazione e la creatività, l’impronta del vissuto personale o collettivo ed è suddiviso in tre sezioni: 

    1) NUOVA CITTADINANZA destinata a tutti i nuovi cittadini immigrati o figli di immigrati senza limiti di età né di provenienza geografica, sul tema:
    - Per mare e per terra: un esodo con la speranza di una nuova vita
    2) LIBERTA' DI PAROLE, riservata agli immigrati detenuti, con tema libero.
    3) L’ALTRA ITALIA rivolta ai cittadini italiani, sul tema:
     - Ricorda di essere stato straniero: quando erano (e sono) gli italiani a emigrare
    L'ISCRIZIONE E' GRATUITA PER TUTTI
    OGNI SEZIONE E' DOTATA DI PREMI
    Leggi il bando e scarica il modulo di iscrizione dal sito www.nutorevelli.org
    Scadenza 30 giugno 2017
    info scriverealtrove.cuneo@gmail.com
    tel 0171692789 - 347 6815714

    18 febbraio 2017

    Care amiche, cari amici,

    a distanza di un anno dal Convegno “Lidia Rolfi – Una memoria per il futuro” 

    vi invitiamo alla presentazione degli Atti, pubblicati sull’ultimo numero della rivista “Il presente e la storia”  dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo.

    Sarà l’occasione per ripensare ancora a Lidia.

    Interverranno:

    Gigi Garelli dell’Istituto Storico di Cuneo che illustrerà il trattato di Valentina Greco ”La costruzione di una biografia nel passaggio dalla memoria alla testimonianza”.

    Silvia Ghidinelli e Adriana Bailo, sue allieve ed amiche.

    Vi aspettiamo. 

     

     

     

    31 gennaio 2017

    Cari amici e amiche,
    la scadenza per la presentazione delle domande per partecipare al bando per la SCUOLA DEI GIOVANI AGRICOLTORI DI MONTAGNA è prorogata al 31 gennaio 2017. 

    La scuola intende offrire la formazione tecnica e l'esperienza aziendale a giovani impegnati in questo ambito che vogliano approfondire la loro esperienza o iniziare questo percorso. 
    L'intero corso, della durata indicativa di un bimestre nella primavera-estate 2017, sarà gratuito nella prima edizione e riservato a un massimo di 5 partecipanti.

    Tutte le informazioni si trovano nel bando scaricabile da questo sito.

    10 gennaio 2017

    Alcuni momenti del Natale partigiano!

    24 dicembre 2016

    La Fondazione Nuto Revelli Onlus rimarrà chiusa dal 24 dicembre 2016 all' 8 gennaio 2017.



  • Come sostenere la Fondazione Nuto Revelli
    5 x mille E' possibile sostenere la Fondazione tramite donazioni dirette interamente deducibili o devolvendo il 5 per mille.
    Scopri come»
    Iscriviti alla Newsletter della Fondazione
    Iscrivendoti alla newsletter verrai informato di tutte le iniziative e degli appuntamenti della Fondazione.
    Scopri come»
    Seguici su Twitter
    twitter
    Segnalazioni