20 febbraio 2016

                                                                  LIDIA ROLFI

    Una memoria per il futuro

Convegno promosso da Fondazione Nuto Revelli e Mai tardi-Associazione amici di Nuto

In collaborazione con Istituto Storico della Resistenza di Cuneo e  Aned

Con il patrocinio del Comune di Cuneo

Presso la Sala Multimediale del CDT - Istituto Storico della Resistenza di Cuneo

Largo Barale, 11    Cuneo

Sabato 20 febbraio 2016

Orario: 9,30 – 13; 14,30 – 17 ,30, con pausa per pranzo a buffet 13 – 14,30.

Nella stessa sede è allestita la Mostra della Deportazione del 1959, aperta da lunedì 22 febbraio a venerdì 26 febbraio con il seguente orario: 8.30-12.30/14.30-18

Mattina

Presiede  Checca  Pasquero Barberis - Fondazione Nuto  Revelli

- Inaugurazione della Mostra della Deportazione, a cura di Michele Calandri - Istituto Storico

-  Introduzione e biografia, a cura di Aldo Rolfi

 1) La protagonista:

a)       “La partigiana”:  a cura di Marco Ruzzi - Istituto Storico

b)       “La deportata”:  il percorso della deportazione di Lidia , a cura di Bruno Maida - Università di Torino

2) La scrittrice

  - “ Lidia scrittrice di memorie” a cura di Laurana Lajolo - Fondazione Davide Lajolo

  - “ I Taccuini dal Lager: esercizi di resistenza interiore”, a cura di Fulvia De Luise - Università di Trento

 

Pausa per pranzo/ buffet

 

Pomeriggio

Presiede Lucio Monaco - Mai tardi-Associazione amici di Nuto

3) La testimone:

 a) L’ANED   - “Un’etica della testimonianza” , a cura di Bruno Maida - Università di Torino

                       - “Un laboratorio della memoria”, a cura di Lucio Monaco - ANED

 b)” I viaggi come esperienza di formazione”, a cura di Marco Revelli - Fondazione Nuto Revelli 

4) Il ritorno:    

 a) “L’impegno civile e politico”, a cura di Stefano Sicardi - Università di Torino-sede di Cuneo

 b) “Le parole di Lidia”: letture dai testi di Lidia

 Conclusioni

Letture  di Chiara Giordanengo -Accademia Teatrale G. Toselli di Cuneo e Valeria Dini- Teatro Stabile di Torino

Servizio buffet curato dall’Istituto Alberghiero “Donadio-Virginio” di Dronero

  • Progetti
    Il popolo che manca
    A partire dal 2006 la Fondazione Nuto Revelli onlus ha sostenuto ill progetto “Aristeo” ideato dai giovani registi Andrea Fenoglio e Diego Mometti. continua»
    Paraloup
    Grazie al sostegno di Regione Piemonte, Compagnia di Sanpaolo, Fondazione CRC e Fondazione CRT, la Fondazione Nuto Revelli onlus ha recuperato la Borgata Paralup, sita a 1360 m in Valle Stura, nel comune di Rittana (CN) e ha concluso i lavori nella primavera 2013. continua»
    Paraoul sito dedicato Paraoul Facebook Community
    Laboratorio didattico
    Grazie al contributo della Fondazione CRC, la Fondazione Nuto Revelli onlus ha messo a punto un progetto triennale di start-up per un laboratorio didattico in collaborazione con le scuole del territorio cuneese. continua»
  • News e Appuntamenti
    20 febbraio 2016

                                                                      LIDIA ROLFI

        Una memoria per il futuro

    Convegno promosso da Fondazione Nuto Revelli e Mai tardi-Associazione amici di Nuto

    In collaborazione con Istituto Storico della Resistenza di Cuneo e  Aned

    Con il patrocinio del Comune di Cuneo

    Presso la Sala Multimediale del CDT - Istituto Storico della Resistenza di Cuneo

    Largo Barale, 11    Cuneo

    Sabato 20 febbraio 2016

    Orario: 9,30 – 13; 14,30 – 17 ,30, con pausa per pranzo a buffet 13 – 14,30.

    Nella stessa sede è allestita la Mostra della Deportazione del 1959, aperta da lunedì 22 febbraio a venerdì 26 febbraio con il seguente orario: 8.30-12.30/14.30-18

    Mattina

    Presiede  Checca  Pasquero Barberis - Fondazione Nuto  Revelli

    - Inaugurazione della Mostra della Deportazione, a cura di Michele Calandri - Istituto Storico

    -  Introduzione e biografia, a cura di Aldo Rolfi

     1) La protagonista:

    a)       “La partigiana”:  a cura di Marco Ruzzi - Istituto Storico

    b)       “La deportata”:  il percorso della deportazione di Lidia , a cura di Bruno Maida - Università di Torino

    2) La scrittrice

      - “ Lidia scrittrice di memorie” a cura di Laurana Lajolo - Fondazione Davide Lajolo

      - “ I Taccuini dal Lager: esercizi di resistenza interiore”, a cura di Fulvia De Luise - Università di Trento

     

    Pausa per pranzo/ buffet

     

    Pomeriggio

    Presiede Lucio Monaco - Mai tardi-Associazione amici di Nuto

    3) La testimone:

     a) L’ANED   - “Un’etica della testimonianza” , a cura di Bruno Maida - Università di Torino

                           - “Un laboratorio della memoria”, a cura di Lucio Monaco - ANED

     b)” I viaggi come esperienza di formazione”, a cura di Marco Revelli - Fondazione Nuto Revelli 

    4) Il ritorno:    

     a) “L’impegno civile e politico”, a cura di Stefano Sicardi - Università di Torino-sede di Cuneo

     b) “Le parole di Lidia”: letture dai testi di Lidia

     Conclusioni

    Letture  di Chiara Giordanengo -Accademia Teatrale G. Toselli di Cuneo e Valeria Dini- Teatro Stabile di Torino

    Servizio buffet curato dall’Istituto Alberghiero “Donadio-Virginio” di Dronero

    8 febbraio 2016

    Inaugurazione della mostra fotografica

    di PAOLA AGOSTI "Il destino era già lì"

    8 febbraio 2016 ore 18.30


    FONDAZIONE “FULVIO CROCE”- Via Santa Maria 1—Torino

    NE DISCUTONO:


    Emiliana OLIVIERI
    Presidente Fondazione dell’Avvocatura torinese “Fulvio Croce”

    Mauro VALLINOTTO
    photoeditor

    Beatrice VERRI
    Direttrice Fondazione Nuto Revelli

    Laura ONOFRI
    Consigliera Comunale e rappresentante di SeNonOraQuando?

    ISCRIZIONI
    prenotazionecorsi@ordineavvocatitorino.it

    4 febbraio 2016

    Giornata della Memoria 2016
    Giovedi 4 febbraio 2016 alle ore 17.00
    presso la Biblioteca e Centro Studi "Davide Cavaglion"
    Contrada Mondovì, 18 - Cuneo
    Ebrei contro il nazifascismo: dalla rivolta del Ghetto di
    Varsavia alla Brigata Ebraica alla Resistenza italiana
    Incontro con:
    MIRIAM REBHUN
    autrice di "Due della Brigata. Heinz e Gughy dalla Germania nazista alla nascita di Israele"
    Belforte Salomone Editore (2015)
    LIVIO ISAAK SIROVICH
    autore di "Non era una donna, era un bandito. Rita Rosani, una ragazza in guerra”
    Cierre Edizioni (2014)
    Dialogheranno con gli scrittori:
    SONIA BRUNETTI LUZZATI, Preside della Scuola Ebraica di Torino
    DAVIDE SCHIFFER, partigiano, neuroscienziato, autore di libri sulla memoria e la storia.
    Introdurrà e coordinerà: ALBERTO CAVAGLION, storico.

    14 gennaio 2016

    Presentazione del volume "Ordine di insurrezione: Aldo dice 26x1 - La Liberazione compie 70 anni" che si terrà giovedì 14 gennaio ore 17.30 presso la Biblioteca e Centro Studi sugli Ebrei in Piemonte "Davide Cavaglion" - Cuneo.
     

    24 dicembre 2015

    La Fondazione Nuto Revelli Onlus rimarrà chiusa dal 24 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016.

    18 dicembre 2015

    A conclusione delle nostre iniziative del 2015 e per augurarci un sereno e proficuo 2016,ci saluteremo

     

    VENERDI 18 DICEMBRE ALLE ORE 17.30

    Fondazione Nuto Revelli - C. Brunet 1 Cuneo     

                     con un appuntamento musicale a cura del Conservatorio  “ G.F.Ghedini” di Cuneo

     

    PROGRAMMA:                

    Mauro Giuliani, Grande Ouverture op. 61
    Francisco Tarrega, Capricho arabe
    Francesco Rista, chitarra

    Mario Castelnuovo Tedesco, Tarantella
    Martina Massimino, chitarra   

                      

    L’incontro si concluderà con un brindisi augurale.

     

    SABATO 19 DICEMBRE                                                                                                                                                                                                                            “Natale partigiano”

    Fiaccolata per ricordare il primo Natale di libertà e di pace.

    Rittana - Borgata Paraloup

     

    -ore 17.30

    Ritrovo a Rittana e organizzazione  delle automobili per il Chiot Rosa

    -ore 18

    Partenza della fiaccolata per Paraloup; all’arrivo vin brulé e té caldo

    -ore 21

    Cena presso il Circolo Acli di Rittana (nuova gestione!!!). Euro 12 ( antipasto, polenta con spezzatino e formaggi, dolce, vino ), prenotazione obbligatoria entro martedì 15 dicembre al 3476815714 o all’indirizzo mail: assmaitardi@gmail.com ( posti disponibili 50)

    IMPORTANTE: per partecipare alla fiaccolata è  consigliabile  essere dotati di vestiario adeguato, e soprattutto di scarponi.                 

     

    NB: Il percorso della fiaccolata potrebbe subire variazioni determinate dalle condizioni meteorologiche, fermo restando l’appuntamento della cena. L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a persone e/o cose.

    Al rifugio Paraloup è in funzione il servizio di bar e, su prenotazione, di ristorante (3491268858).

    La tua presenza è particolarmente gradita.

    Fondazione Nuto Revelli onlusMai tardi- Associazione amici di Nuto

    13 dicembre 2015

    "Non è vero progresso quello che scarta i suoi margini, i ritardatari, i dimenticati di sempre. Ed è proprio di quelli che ci ha parlato Nuto Revelli nel corso di una vita, seguendo un percorso lineare, coerente, coraggioso. Contro corrente, sempre.
    In particolare con “Il mondo dei vinti” (1977) e con “L’anello forte” (1985). Quest’ ultimo segna anzi il culmine di un lavoro di costruzione della memoria per “un mondo che aspetta da sempre un po’ di giustizia e di rispetto”. Così mi scriveva dedicandomi una copia del suo libro.
    “L’anello forte è una gigantesca Spoon River contadina – ha scritto Corrado Stajano (che di Nuto era amico e puntuale recensore dei suoi libri) – è un romanzo vero, emozionante e terribile, in cui tutte le storie individuali si compongono in un’unica storia collettiva popolata di donne, di uomini, di ragazzi che non ci sono più o che non saranno mai più gli stessi, è una figurazione della società italiana in cui hanno voce i più esclusi tra gli esclusi, le donne, è un gigantesco albero genealogico, è un reperto del nostro passato, anche di quello più prossimo di cui dovrà certo tener conto chi scriverà la storia del paese unitario” (vedi: Nuto Revelli, “Il testimone”,
    Einaudi 2014, a cura di Mario Cordero).
    L’ANELLO FORTE, trent’anni dopo
    Mario Cordero

     

    Non si poteva dirlo meglio il significato ed il valore di quella ricerca, che ottenne premi e riconoscimenti (spesso tardivi!) dal mondo della cultura italiana, dai cui riti esibizionistici Nuto peraltro rifuggiva: “La povera gente è la mia patria”, ripeteva sovente; aggiungendo: “La storia minuta è l’unica che mi appassiona”. Sono passati trent’anni. Quel mondo non c’è più. Rimangono alcune testimoni che possono raccontarci della capacità di Nuto di stare ad ascoltare con grande e sincero rispetto i suoi interlocutori, di entrare nelle loro storie personali con discrezione, di dare loro finalmente la parola. Nuto ha composto allora un documento destinato a durare nel tempo, per non fare di nuovo torto a quegli uomini e a quelle donne: dimenticandoli.

    17 novembre 2015

    Lettera a La Piazza Grande in memoria di Luciano Gallino, spesso ospite alla Scuola per la Buona Politica

    13 novembre 2015

    La mostra sarà inaugurata il 13 novembre alle ore 18.00.

    Rimarrà aperta dal martedì alla domenica con orario 9-18.

    Ingresso gratuito

    1 novembre 2015

    SCRIVERE ALTROVE 2015-2016

    Che cos’è?  

    E’ un concorso nazionale per opere scritte e/o  grafiche promosso da Mai tardi – Associazione amici di Nuto e dalla Fondazione Nuto Revelli Onlus con il sostegno della Fondazione CRT e con il patrocinio del Comune di Cuneo, della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo, del settimanale La Guida e dell’Associazione Culturale Primalpe. E’ diviso in tre sezioni:  
    1) NUOVA CITTADINANZA destinata a tutti i nuovi cittadini immigrati o figli di immigrati senza limiti di età né di provenienza geografica, sul tema:
    - Per mare e per terra: un esodo con la speranza di una nuova vita
    2) LIBERTA' DI PAROLE, riservata agli immigrati detenuti,  con tema libero.
     3) L’ALTRA ITALIA rivolta ai cittadini italiani, sul tema:
     - Ricorda di essere stato straniero: l’esperienza del passato (quando erano gli italiani a emigrare), l’analisi dei fenomeni migratori del presente e la loro interpretazione.  
    L'ISCRIZIONE E' GRATUITA PER TUTTI
    OGNI SEZIONE E' DOTATA DI PREMI
    Leggi il bando e scarica il modulo di iscrizione dal sito www.nutorevelli.org
    Scadenza il 30.aprile 2016
    info assmaitardi@gmail.com
    tel 347 6815714

    29 ottobre 2015

    In occasione del 70° anniversario della liberazione e del 30° anniversario della prima pubblicazione de L’anello forte di Nuto Revelli, il seminario ha l’obiettivo di rilanciare le ricerche sui vissuti femminili in Italia durante la guerra attraverso l’approccio biografico. Dopo la fondamentale stagione di studi di genere sulla storia della Resistenza italiana, che ha avuto il merito di cambiare il paradigma interpretativo del fenomeno resistenziale, la ricostruzione delle biografie femminili può rappresentare oggi una pista d’indagine ancora poco battuta per cercare di affrontare domande relative ai modelli di scelta “politica” durante la guerra o per riflettere sul rapporto tra le varie forme di resistenza, anzitutto tra quella armata e quella civile.

    Programma
    Mattina ore 9-13

    Introduzione
    Daniela Adorni, Le biografie delle donne in guerra
    Davide Tabor, Attori, scelte, contesti nello studio delle biografie
     

    Percorsi di ricerca tra le carte
    Arianna Roggero, Il mancato riconoscimento della partecipazione femminile alla Resistenza
    Debora Michelin Salomon, Donne valdesi nella Resistenza
    Cristina Trivero, La madre mediatrice delle scelte familiari: un epistolario
    Rosalia Russo, Marisa Sacco e il suo archivio

    Ne discutono con: Daniela Adorni, Luciano Boccalatte, Davide Tabor

    Pomeriggio ore 14,30-17
    Dagli archivi alle biografie
    Barbara Berruti, Le carte delle donne negli archivi
    Maurizio Vivarelli, Modelli di organizzazione documentaria di archivi personali
    Barbara Garofani, Biografie partigiane nella didattica della storia
    Beatrice Verri, Vite di donne resistenti: il caso Paraloup
    Beatrice Manetti, Biografie di donne tra realtà e finzione letteraria
    Dibattito

    Info: davide.tabor@unito.it

    10 ottobre 2015

    Interessante lettera pubblicata su Repubblica, riguardante la spesso dimenticata Lidia Rolfi



  • Come sostenere la Fondazione Nuto Revelli
    E' possibile sostenere la Fondazione tramite donazioni dirette interamente deducibili o devolvendo il 5 per mille.
    Scopri come»
    Iscriviti alla Newsletter della Fondazione
    Iscrivendoti alla newsletter verrai informato di tutte le iniziative e degli appuntamenti della Fondazione.
    Scopri come»
    Seguici su Twitter
    twitter
    Segnalazioni