Festival Alpes Andes | 14-20 novembre | Piemonte – Cile

Festival Alpes Andes | 14-20 novembre | Piemonte – Cile

Alpes Andes nasce da una trama intricata di viaggi e di relazioni intessute nel corso del tempo tra il Piemonte e il Cile.

Il Museo Contadino in Movimento – MUCAM (Cile) – insieme all’associazione Pensieri in Piazza (Italia), coordinano l’organizzazione del primo Festival ALPES ANDES: insieme di attività, laboratori su cultura popolare, arte, musica, poesia e vinificazione tradizionale, che si realizzerà nel mese di novembre 2021 in Italia, tra Pinerolo (TO), Cuneo e Torino, ospitando relatori dal Cile che si confronteranno con interlocutori di alcune realtà culturali piemontesi disseminate sul territorio.

Ecco gli ultimi due appuntamenti del Festival:

venerdì 19 novembre | ore 17.30
Fondazione Nuto Revelli (Cuneo, Corso Carlo Brunet 1)
Cantos a lo divino
Presentazione dell’antologia di canti popolari “Per tutte le immagini del mondo”. Presentazione del progetto di traduzione in spagnolo dell’introduzione de Il mondo dei vinti di Nuto Revelli.
Intervengono: Danilo Petrovich – antropologo / Daniel González – antropologo, già professore della U. de Chile, Diego Mometti, curatore del festival e ricercatore indipendente
Modera: Beatrice Verri, direttrice Fondazione Nuto Revelli

Questa prima antologia sonora di canti “al sacro” è concepita come una piccola audio guida che ci accompagnerà in un percorso musicale e poetico attraverso la zona centrale del Cile. In questo itinerario incontreremo circa cinquanta cantori e cantore, abitanti in luoghi reconditi e quasi segreti del territorio rurale cileno, che con i loro versi e melodie, tramandate di generazione in generazione, divenute sapienza popolare, coltivano quest’arte, specifica di questo paese, da più di quattrocento anni. I canti sono parte importante di cerimonie domestiche dove si venerano i bambini defunti, i santi, le vergini, le croci, forme di devozione popolare autonoma e locale, sincretica, quasi animista. I versi riportano, in una pasta indissolubile, le impronte di una matrice pre colombina, di un sacro atavico incastonato in una architettura cristiana resa terragna e accessibile. Proprio da questa cultura contadina che ha resistito e resiste anche agli attacchi del più feroce neoliberismo che abbia travolto il sud America, quello di matrice pinochetista, vorremmo partire per pensare la traduzione dell’introduzione de Il mondo dei vinti. Scevri da adattamenti impossibili e parallelismi inadeguati, crediamo che la lettura di quel “libro nel libro”, possa aprire spazi di riflessione per coloro che studiano e vivono la trasformazione di quel mondo contadino che ancora resiste.

Sabato 20 novembre | ore 18:00 |
SOMS De Amicis (Torino, Corso Casale 134)
Apruebo!
La scrittura della nuova costituzione cilena, il ruolo dei popoli andini nel processo costituente attuale
Intervengono: prof. Pablo Cottet Soto – sociologo, U. de Chile / prof.ssa Alessandra Algostino – docente di Diritto costituzionale dell’Università di TorinoModera: Paz Vergara, psicologa sociale

Ultimo recente atto di un doloroso percorso di diritti negati e di manipolazioni del diritto per giustificare i crimini commessi dal regime pinochetista, il processo costituente in Cile sta suscitando l’interesse internazionale per i suoi sviluppi inaspettati. L’assemblea costituente cilena guarda con grande attenzione e interesse alla carta costituzionale italiana. Vorremmo contestualizzare queste due percorsi diacronici con un’attenzione particolare alle potenzialità dell’eguaglianza sostanziale, al progetto di emancipazione personale e sociale, e discorrere dei nuovi diritti, della partecipazione effettiva, delle nuove soggettività che in altri casi il “costituzionalismo andino” ha introdotto. Parallelamente proiettarci storicamente nel presente prossimo cercando di comprendere assieme quell’energia incredibile che è esplosa durante il periodo delle manifestazioni di piazza, necessaria a portare ad un plebisicto decisamente maggioritario a favore di quelle popolazioni che mai vinte risultano da secoli oppresse.

Per ulteriori informazioni: comunicato stampa
pensierinpiazza@yahoo.it

Nel rispetto delle vigenti normative anti-covid, l’ingresso è consentito esclusivamente presentando il green pass.

Per entrambi gli incontri è obbligatorio prenotarsi cliccando qui per partecipare in presenza o per seguire online su zoom.

Iscriviti alla newsletter

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.